Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Tende veneziane e verticali

disponibile
CONDIVIDI:

TESSUTI IGNIFUGHI

 

Sono tanti gli ambienti domestici in cui diventa quasi obbligata la scelta di biancheria per la casa a prova di fuoco. Una scelta responsabile che può fare veramente la differenza ed evitare gravissime conseguenze.

Se stai pensando di acquistare tende, coperte e tovaglie in tessuto antifiamma, continua a leggere l’articolo per conoscere di più su questo tipo di tessuto e sul modo più opportuno di utilizzarlo in casa.

 

Caratteristiche e particolarità dei tessuti ignifughi

I tessuti ignifughi (dal latino “ignis” ovvero “fuoco”) sono tessuti che difficilmente bruciano o che bruciano molto lentamente, ma solo quando la temperatura supera una certa soglia. In questo caso vengono chiamati  fuocoritardanti perché riescono ad arginare il divampare di un incendio.

I tessuti ignifughi  possono essere:

  •         Tessuti di per sé ignifughi, grazie alla loro composizione e struttura chimica;
  •         Tessuti normalmente infiammabili ma che sono stati sottoposti ad un trattamento ignifugo per tessuti.

Questo trattamento di ignifugazione consiste nell’aggiunta di sostanze specifiche, quali il solfato di ammonio, il sodio borato, i sali di ammonio ecc... che, di fatto, schermano il tessuto dalle fiamme.

Queste sostanze, infatti, se esposte alle fiamme, vetrificano e carbonizzano il tessuto senza generare il fuoco, oppure  generano anidride carbonica o ammoniaca in grado di ridurre e contenere la portata dell’incendio.

A differenza dei normali tessuti infiammabili, quelli ignifughi non generano alcun tipo di fumo tossico che disturbi in qualche modo la vista e la respirazione: questo è un aspetto fondamentale, perché è proprio il fumo a provocare più della metà delle vittime di incendi.

 

Tessuti ignifughi: meglio quelli in fibre naturali o artificiali?

 

L’asserzione che tutti i tessuti naturali siano poco infiammabili, mentre tutti quelli sintetici e artificiali prendono facilmente fuoco, non è del tutto veritiera.

Esistono infatti delle eccezioni:

  •         Alcuni tessuti in fibre sintetiche (come poliestere e poliammide) sono naturalmente ignifughi per la loro struttura molecolare;
  •         I tessuti naturali di origine animale come seta e lana sono difficilmente infiammabili;
  •         I tessuti naturali di origine vegetale che contengono cellulosa, come cotone e viscosa, bruciano rapidamente.

Alcune fibre naturali, come il cotone, possono eventualmente essere trattate con agenti chimici che le rendono praticamente ignifughe.

In ogni caso, per essere sicuro del comportamento di un tessuto davanti alle fiamme di un incendio, ti basterà controllare il codice apposito abbinato al tessuto, riportato sulla sua etichetta.

La certificazione di garanzia ignifuga ha una durata che può variare da un anno a tutta la vita del prodotto.

 

Dove utilizzare i tessuti ignifughi in casa

 

I tessuti ignifughi possono essere facilmente impiegati anche per l’arredamento della propria casa, in modo renderla più sicura e protetta da ogni spiacevole evenienza.

La scelta è davvero molto ampia: ci sono tessuti ignifughi per copriletti o per tovaglie a metraggio, oppure piumini e tende ignifughe già confezionate.

Inoltre, questi tessuti oltre ad avere un prezzo competitivo e accessibile, sono anche esteticamente molto belli e gradevoli sia nei colori che nelle fantasie, così da accordarsi facilmente con i tuoi componenti d’arredo.

Come puoi utilizzare i tessuti ignifughi nella tua casa:

  •         Tendaggi;
  •         Rivestimenti per sedie, poltrone e divani;
  •         Biancheria da letto (piumini e coperte);
  •         Biancheria da bagno;
  •         Biancheria da tavola e da cucina.

 

Manutenzione e pulizia dei tessuti ignifughi

I tessuti ignifughi sono molto importanti per la sicurezza della tua casa, ma la loro manutenzione può essere molto più complessa rispetto a quella dei tessuti normali.

Senza le dovute cautele, infatti, potrebbero perdere irrimediabilmente la loro caratteristica peculiare di resistere alle fiamme.

Ecco dunque come trattarli adeguatamente:

  •         Lavare il tessuto seguendo attentamente le istruzioni presenti sull’etichetta;
  •         Preferire la pulizia a secco e senza detergenti liquidi, in caso di tessuti C1 senza manutenzione, così da non ridurre o eliminare il trattamento ignifugo;
  •         Far controllare periodicamente (almeno una volta all’anno) da un esperto le condizioni e lo stato attuale del tessuto.

Ora che sai quanto possono essere utili i tessuti ignifughi per la sicurezza della tua casa e quella della tua famiglia, non ti resta che scegliere i prodotti più adatti alle tue esigenze.

Visitando il nostro sito potrai trovare tessili ignifughi di ogni genere e per ogni uso: piumini, coperte, tende ignifughe in vendita online già confezionate oppure tessuto ignifugo a metraggio per realizzarle da te.

 

Fai il tuo acquisto ora e proteggi la tua casa.

E se hai bisogno di consigli o hai qualche domanda da porci, non esitare a scriverci nei commenti qui sotto e saremo ben felici di aiutarti!

 

Non dimenticare di seguirci sui social!

CONDIVIDI:

Tende alla veneziana in Sicilia